22-29 marzo 2019 – Screening nella scuola elementare di Desio

VISIONE E APPRENDIMENTO
Lo screening di VTHT nelle scuole primarie di Desio è anche sulle pagine de “Il Cittadino” di Monza e Brianza

L’articolo è stato pubblicato il 30 marzo 2019 a pagina 13 del numero de “Il Cittadino” di Monza e Brianza, edizione Brianza Sud. Cronaca di Desio.

Venerdì 22 e 29 marzo, presso l’Istituto Prati e le Scuole Primarie di Via Tagliabue di Desio: per quasi 100 bambini della prima classe della scuola primaria sono state due giornate speciali. L’equipe multidisciplinare formata e seguita da VTHT ha condotto uno screening sui requisiti degli apprendimenti: logopedisti, psicologi, mediatori della visione e optometristi hanno lavorato fianco a fianco per esplorare le aree della visione, logopedica e motoria dei piccoli alunni impegnati nel primo anno del percorso scolastico. “L’obiettivo dello screening – spiega la dott.ssa Giuseppina Porrino, Presidente dell’Associazione VTHT – è quello di riconoscere eventuali fatiche relative ai requisiti degli apprendimenti e intervenire tempestivamente”. Un grazie particolare a tutti: a Claudia Baj (Ottica Baj , partner operativo nel Punto Otto di Cesano Maderno) che con passione e precisione ha indagato l’area specifica dell’acuità visiva, all’impegno e alla professionalità dell’equipe di specialisti di VTHT (Francesca Colzani – Psicologa, Laura Sanvito – TNPEE, Giovanni Manzella, Logopedista, Michele Fedeli – Osteopata, Francesca Patuzzi – Professional Counselor), degli allievi tirocinanti del corso “RAV – Rieducare le Abilità della Visione di VTHT e alla grande dedizione della prof.ssa Giuseppina Porrino, nonchè alla Direzione Scolastica e a tutto il corpo insegnanti della Scuola per la disponibilità e l’accoglienza.

Corso EAV Educare le Abilità della Visione
Per insegnanti e educatori

Nelle foto sotto, alcuni momenti di lavoro durante lo screening nella Scuola Elementare di Via Tagliabue a Desio (MB)

Prova di lettura
Osservazione dei movimenti oculomotori
Prova optometrica dell’acuità visiva
Prova di scrittura su dettato

13 marzo 2019 – Autonomie e disabilità visive

La locandina dell’incontro del 13 marzo scorso a Dalmine

Il 13 marzo 2019, nell’ambito del Progetto di DinAmico “Autonomie con noi”, in collaborazione con l’Associazione VTHT in rete con DinAmico per la parte relativa alle autonomie sulle disabilita visive, si è svolto a Dalmine presso l’istituto tecnico “Guglielmo Marconi di Dalmine, l’incontro “Autonomie e disabilità visive” .
Obiettivo dell’incontro: sensibilizzare le giovani generazioni su questo tema e coinvolgere gli studenti nella progettazione di ausili domotici intesi come facilitatori per il raggiungimento delle autonomie dei diversi tipi di disabilità che siano esse motorie, visive, uditive o altro.

Per conoscere DinAmico e i suoi progetti clicca qui: http://dinamico-onlus.org/

Vedere e Pensare 4.0

La locandina dell’evento

Ringraziamo l’Istituto Canossiane di Monza per l’organizzazione della serata, i genitori per la loro partecipazione numerosa, e l’ interesse dimostrato per il tema trattato.
La relatrice, Giuseppina Porrino ha sottolineato efficamente come l’utilizzo scorretto degli strumenti digitali possa essere fonte di stress visivo e generare difficoltà nella lettura, nella memorizzazione e nell’apprendimento.
“Non serve demonizzare gli strumenti di apprendimento: serve apprendere il modo più corretto ed efficace per utilizzarli”.

Qui l’articolo completo

L’articolo sulla serata pubblicato su “Il Cittadino MB”

Progetto “Apprendimento e Visione”

L’Associazione VTHT annuncia la pubblicazione di uno studio svolto in collaborazione con le laureande del corso di laurea in Logopedia della Sezione IRCCS – Eugenio Medea di Bosisio Parini per l’Università degli Studi di Milano secondo un progetto mirato alla prevenzione del DSA, basato sull’approccio educativo e rieducativo contenuto nel corso di formazione RAV® – Rieducare l’Apprendimento e la Visione

Clicca qui per scaricare i risultati della ricerca
“Progetto Apprendimento e Visione”

Qui trovi le date dei prossimi Corsi RAV® previsti nel 2019

Nel menù a destra, trovi la mappa del sito con tutti i contenuti disponibili in elenco. Buona navigazione.

 

Per qualsiasi commento, suggerimento o richiesta di informazioni, scrivici qui:

vtht.formazione@gmail.com

porrino.formazione@gmail.com

 

 

 

 

 

GRAZIE ALLA COLLABORAZIONE TRA L’ASSOCIAZIONE VTHT, JEAN LE BOULCH E IL CENTRO PSICOLOGIA DI GORGONZOLA, “OTTO L’AQUILOTTO” HA ENTUSIASMATO INSEGNANTI, LOGOPEDISTI, EDUCATORI…

Luglio. Caldo. La scuola è finita da poco. Le vacanze si avvicinano…
Negli occhi e nella mente di ciascuno di noi cominciano ad affiorare immagini di mare, sole, cieli azzurri e montagne: luogi dove ricaricare le batterie dopo un anno di duro lavoro.

Immagini mentali, ovvero memoria di qualcosa di visto, di vissuto, di appreso. Apprendere significa raccogliere dati e elaborarli: attraverso i canali di apprendimento (visivo, auditivo, cinestesico) li raccogliamo, grazie alla mente li elaboriamo. Alla fine di questo processo, avviene l’apprendimento del dato acquisito.

Il corso si è soffermato sull’importanza delle abilità visuo-percettivo-motorie, sia come strumenti di apprendimento che di consapevolezza di sè e dell’altro.
Ha aperto gli occhi e la mente dei partecipanti, fornendo un nuovo metodo didattico (“Otto l’Aquilotto) e nuove proposte di utilizzo consapevole di tutti i canali di comunicazione che creano relazioni e apprendimento efficaci.

I docenti (la dott.ssa Giuseppina Porrino per la parte scientifico/didattica e Francesca Patuzzi per la parte di comunicazione relazionale) hanno accompagnato gli allievi in un “viaggio” attraverso nuovi orizzonti di conoscenza, di consapevolezza e di analisi del loro importante lavoro di educatori.

Alla fine delle due giornate di lavoro, anche questa volta lo stupore e l’entusiasmo di tutti i partecipanti hanno ripagato l’impegno.
Un grazie speciale va a Piera Campagnoli del Centro Psicologia di Gorgonzola che ha creduto nel progetto e ha ospitato l’evento: “Otto l’Aquilotto” ha nuovi amici ai quali insegnare a “vedere, apprendere e ricordare”.

Alla prossima!

 

“OTTO L’ AQUILOTTO VOLA A COMO
E APPASSIONA TUTTI I PARTECIPANTI AL CORSO EAV DI VTHT

(CORSO EAV – Educare le Abilità della Visione a Como, Collegio Santa Chiara). 

Motivazione, coinvolgimento, entusiasmo…
Gli insegnanti e gli educatori che hanno partecipato al corso EAV ospitato dal Collegio Santa Chiara di Como il 21 giugno scorso, sono stati dei fantastici compagni di viaggio del nostro amico “Otto”.
Grazie alla competenza e alla grande passione della dott.ssa Giuseppina Porrino, autrice del metodo riconosciuto e accreditato dal MIUR, ognuno di loro ha acquisito nuovi strumenti e competenze per accompagnare i bambini della scuola di infanzia e primaria nel percorso di potenziamento delle abilità della visione e dei requisiti dell’apprendimento.
La partecipazione attiva, la serietà e il coinvolgimento di ciascuno, hanno contribuito a creare un’atmosfera di grande entusiasmo.
L’apprendimento si consolida anche grazie al vissuto positivo dell’esperienza e ogni bambino ha in sè le risorse per apprendere: “Otto” le attiva, le potenzia e le fa crescere al fianco di tutti gli alunni. Tutti inclusi!

Insegnanti e educatori al lavoro con “Otto l’Aquilotto

GRANDE SUCCESSO DEL NOSTRO LAVORO DI SQUADRA
PER PROMUOVERE E SVILUPPARE UNA DIDATTICA  INCLUSIVA, TRASVERSALE, MULTISENSIORIALE

  • Didattica inclusiva e multisensoriale
  • Potenziamento dei requisiti dell’apprendimento.
  • Stimolare le abilità della visione.
  • Insegnamento della lingua inglese secondo i principi della glottodidattica multisensoriale

    L’Associazione VTHT e Open Minds hanno unito le loro competenze nelle diverse discipline per tracciare un approccio inclusivo e trasversale che permette al bambino di vivere l’esperienza dell’apprendimento della lingua inglese in maniera globale.
    Grazie alla partecipazione di insegnanti motivati e preparati che hanno sfidato il caldo e le distanze, ecco alcune immagini del corso di formazione “Multisensory English” tenutosi a Milano il 27 e 28 giugno.

 

La metodologia della didattica multisensoriale ha evidenziato l’importanza di attivare i canali visivo, uditivo e motorio per il potenziamento dei requisiti e pre-requisiti dell’apprendimento.
Il metodo inoltre ha proposto un percorso didattico-pedagogico-educativo studiato per aiutare i bambini ad abituarsi a mantenere una postura corretta, a impugnare correttamente la matita, a potenziare le proprie abilità e a gestire le proprie risorse.

LEGGI ANCHE QUI COSA DICONO DI NOI